browser icon
You are using an insecure version of your web browser. Please update your browser!
Using an outdated browser makes your computer unsafe. For a safer, faster, more enjoyable user experience, please update your browser today or try a newer browser.

La missione del commodoro Perry

Posted by on 12 ottobre 2014

La missione del commodoro Perry è un emaki del periodo Edo che tratta della seconda visita in Giappone del commodoro americano Matthew Perry, nel 1854.
L’emaki si apre con la formazione delle truppe del feudatario Kokura, su incarico del daimyo Ogasawara, e del feudatario Matsushiro, su incarico del daimyo Sanada, i quali erano stati incaricati di proteggere la costa di Edo (oggi Tokyo), come pure di scortare il commodoro Perry durante la sua vsita. La zona di sicurezza comprenderà tutta la costa di Yokohama.
Nell’emaki vengono rappresentati pure il funerale di Robert Williams, che era morto durante la navigazione, e il banchetto di negoziazione tra cinque giapponesi (Hayashi Fukusai 林復斎, capo-negoziatore dello shogunato, nonché direttore dell’Accademia di Confucio – daigaku no kami,
Ido Satohiro 井戸覚弘, magistrato di Edo, Izawa Masayoshi 伊沢政義, magistrato di Uraga, Udono Kyūō, 鵜殿鳩翁, Ispettore generale, Matsuzaki Ryūrō 松崎柳浪, hatamoto-valletto diretto dello Shogun) e il commodoro Perry e i suoi ufficiali.
Inltre, si evidenziano:

  • la banda di marinai, vestititi di nero, soprannominati “gli etiopi” che intratterrà le persone a bordo;
  • il dono britannico di monete, bottoni e ombrelli;
  • l’incontro degli ufficiali con Ko-Yanagi e Kagami-Iwa, due lottatori di sumo.

Questo emaki è stato dipinto da Hibata Ōsuke 樋畑翁輔; invece, la parte calligrafica è opera di Onuma Chinzan (大沼沈山).

Questo slideshow richiede JavaScript.

Rispondi